Regione Veneto
Seguiteci su
Home > Cosa facciamo > Programma GenitoriPiù > GenitoriPiù oggi

GenitoriPiù oggi

categorie: Cosa facciamo 
tags: azioni  salute 

GenitoriPiù è un Programma di promozione della salute della Regione Veneto, esteso a livello nazionale. Si pone l’obiettivo di supportare la capacità della popolazione, in particolare dei futuri e neo-genitori, di incidere in modo consapevole ed efficace sui propri stili di vita, affinché possano prendersi cura dello sviluppo del bambino fin da prima del concepimento.

Il Programma GenitoriPiù promuove otto azioni sinergiche per la salute nei primi 1000 giorni di vita (che vanno dal concepimento ai due anni) da tempo considerate come prioritarie e di dimostrata efficacia. Le azioni sono state recentemente ampliate e oggi sono le seguenti:

  1. l’attenzione alla salute nel periodo periconcezionale, in particolare l’assunzione di acido folico in modo appropriato fin da prima del concepimento
  2. l’astensione dalle bevande alcoliche in gravidanza e durante l’allattamento
  3. l’astensione dal fumo di sigaretta durante la gravidanza e nei luoghi frequentati dal bambino
  4. l’attenzione per la sicurezza ambientale, in particolare attraverso la protezione da incidenti stradali, da incidenti domestici e da inquinanti ambientali
  5. l’allattamento esclusivo nei primi sei mesi di vita e continuato secondo i criteri OMS/UNICEF
  6. la posizione supina nel sonno
  7. le vaccinazioni
  8. la lettura precoce, già dai primi mesi di vita

GenitoriPiù inoltre si propone di sostenere la genitorialità globalmente, invitando i genitori a prendersi cura anche di sé stessi e a chiedere aiuto quando ne sentono la necessità.

Tutte le otto azioni proposte dal Programma GenitoriPiù sono basate su solide evidenze scientifiche, sono interconnesse tra loro e attuate insieme moltiplicano la loro efficacia. Infatti un singolo comportamento di salute può prevenire più problemi, così come diversi comportamenti attuati insieme prevengono un singolo problema.

Per esempio, allattare protegge il bambino da infezioni, obesità, morte in culla (SIDS), difficoltà cognitive e relazionali mentre per ridurre il rischio di morte in culla (SIDS) è consigliato mettere il bambino a dormire a pancia in su, ma anche non fumare e allattarlo.

Le interconnessioni sono evidenti nell’Home Page di questo sito: scorrendo sulle barre colorate degli 8 determinanti vedrete evidenziarsi i problemi che possono prevenire.

In maniera analoga, scorrendo su una delle problematiche saranno evidenziati i determinanti che concorrono a prevenirlo.

GenitoriPiù inoltre rivolge una particolare attenzione alle famiglie più fragili, nell’ottica del contrasto alle disuguaglianze in salute.

Il Programma GenitoriPiù è basato su quattro pilastri fondamentali:

  • la formazione degli operatori, affinché le loro conoscenze sui bisogni di salute emergenti siano aggiornate e il più possibile coerenti ed omogenee nei vari contesti in cui si trovano a lavorare
  • la promozione degli otto determinanti, attraverso il presente sito e i materiali divulgativi multimediali e cartacei per favorire l’empowerment delle famiglie
  • la valutazione, per monitorare lo stato di salute dei più piccoli, fin da prima del concepimento e misurare l’impatto delle iniziative sia sulle famiglie che sugli operatori
  • la rete di operatori e servizi del Percorso Nascita, per favorire la continuità assistenziale in risposta ai bisogni di salute, anche inespressi, delle famiglie e dei bambini. GenitoriPiù coinvolge infatti anche gli operatori, che a vario titolo incontrano i bambini e le loro famiglie, con offerte formative che li sostengano nel comunicare ed esercitare le loro attività in modo coerente con l’approccio complessivo del Programma, cioè valorizzando le risorse dei genitori senza sostituirsi a loro.

Per questo tutte le Aziende Sanitarie, comprese le Strutture Convenzionate, della Regione Veneto sono coinvolte nel Programma per incoraggiare le 8 azioni, attraverso una vera e propria rete di referenti aziendali impegnati in prima persona nella diffusione dei messaggi informativi rivolti ai genitori e nel necessario coinvolgimento degli operatori del Percorso Nascita (pediatri di famiglia, assistenti sanitari, medici e personale infermieristico dei servizi vaccinali, ostetriche e ginecologi territoriali, medici di medicina generale, pediatri e ginecologi ospedalieri, ostetriche e personale infermieristico dei punti nascita e tutto il personale dei consultori familiari).

 

Approfondimenti

 
Ultimo aggiornamento: 07/12/2020
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito